X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

__

Sicurezza


D: Esiste un percorso cronologico obbligato tra i diversi moduli A, B, C oppure si possono frequentare secondo un ordine a piacere, ad esempio prima il modulo C di specializzazione e successivamente il modulo B?

R: E’ innegabile esista una “consecutio” tra i diversi moduli nel caso di un RSPP di nuova formazione. Tuttavia, chi è esente dal modulo A è legittimato a scegliere di frequentare prima il modulo C e successivamente il B ATECO specifico, o in alternativa entrambe i moduli contemporaneamente.

 

D:L’esonero da un modulo costituisce obbligo o mera facoltà?
R:Una facoltà discrezionale. In certi casi ad esempio il corso di aggiornamento (40 o 60 ore) può risultare più oneroso sia in termini di tempo che di spesa dello stesso Modulo B e spetta al RSPP scegliere quale opzione adottare. Risulta innegabile tuttavia, specialmente nel caso in cui il corso di aggiornamento sia organizzato a seminari, ovvero giornate tematiche di approfondimento diluite nel corso dell’anno, che questo rappresenti un valore aggiunto all’interno del percorso formativo di un RSPP e rispecchi più fedelmente la ratio che sottende la concezione di un corso di aggiornamento quinquennale.

 

D:L’esonero da un modulo implica una verifica preventiva della conoscenza dei suoi contenuti propedeutica all’accesso al modulo successivo?
R:No, se l’esonero è formalmente accertato e verificato. Tuttavia, nel caso un RSPP goda dell’esonero dai moduli A e B, è tenuto a sostenere un test di accertamento sulle conoscenze relative ai moduli dai quali è esonerato in sede di verifica di apprendimento al modulo C.

 

D:In che modo un candidato RSPP può presentare la documentazione necessaria per ottenere l’esonero da un modulo?
R:E’ sufficiente l’autocertificazione da parte del candidato da accompagnare nella scheda di iscrizione.

 

D:Un RSPP esterno svolgente attività in tutti i settori ATECO è tenuto a svolgere tutti i corsi del modulo B oppure esiste una formula cumulativa?
R:No, proprio in virtù della tensione della legge stessa verso la specializzazione dei contenuti rispetto ai diversi settori ATECO, non esiste una formula tale. In sostanza, un RSPP deve svolgere tanti corsi di specializzazione Modulo B quanti sono i settori ATECO in cui svolge attività. Nel caso del corso di aggiornamento invece nel caso un Rspp svolga la funzione per diversi settori ATECo (ad esempio un settore tra 3-4-5-7 ed uno tra 1-2-6-8-9) è tenuto a frequentare 100 ore di aggiornamento (40+60)

 

D:Chi ha frequentato un corso di formazione per RSPP e ASPP prima dell’intesa definitiva tra Stato e Regioni (26/01/06) può ritenersi esonerato?
R:In questo caso l’esonero è valido soltanto in relazione al modulo A.

 

D:Chi ha frequentato un corso di formazione ai sensi della disciplina transitoria di cui all’art. 3, D. Lgs 195/03 deve frequentare un nuovo corso?
R:Si, tuttavia, chi ad esempio avesse frequentato un corso di formazione inerente ai contenuti del Disposto Ministeriale sulla sicurezza del 16 gennaio 1997 gode dell’esonero dal modulo A e deve quindi sostenere soltanto il modulo B ATECO specifico e il modulo C.

 

D:Chi è in possesso di un Diploma di Laurea triennale in Tecnico della Prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, Ingegneria della sicurezza e protezione, Scienze della sicurezza e della protezione è esonerato dai corsi di formazione per RSPP?
R:Si, è semplicemente tenuto a sostenere i corsi di aggiornamento ogni 5 anni. Nel caso la laurea di cui a quelle previste fosse stata conseguita da più di 5 anni la decorrenza dell’obbligo di aggiornamento risulta immediata.

 

D:Che cosa succede se decido di non frequentare i corsi di formazione e aggiornamento per RSPP resi obbligatori in base al D. Lgs 195/03?
R:Oltre ad andare incontro ad una sanzione civile e penale, si è impossibilitati a continuare a svolgere la funzione di RSPP.

 

D:In un’azienda industriale con più di 30 dipendenti l’RSPP deve obbligatoriamente essere esterno?
R:No, può essere sia interno che esterno; resta tuttavia che per le aziende con più di 30 dipendenti il Datore di Lavoro non può ricoprire la funzione di RSPP.

 

D:In un’azienda con meno di dieci dipendenti o a conduzione famigliare può essere il datore di lavoro a ricoprire il ruolo di RSPP?
R:Certamente, è tenuto a svolgere un corso di formazione di base di 16 ore.

 

D:Un RSPP di nuova formazione che frequenti il modulo di base (A), quello di specializzazione (C) e il modulo B di 68 ore (settore ATECO 5), può essere considerato competente in tutti i settori ATECO?
R:No, solo e soltanto per il settore ATECO per il quale si richiede l’idoneità.

 

Ecdl Qualità Sicurezza Trinity College

Sede didattica in VITERBO Via A. Bianchini 15 
R
ecapiti: tel. 840.000.114 - 0761.321000 - fax 0761.275839 e-mail: info@istitutorousseau.net
P.IVA 02190900569 - Privacy | Cookie

     
Powered by www.infomyweb.com

 

Siamo presenti in www.tusciainvetrina.info